CP – Cultura e Persona

Interventi di formazione sul tema dell’impatto dell’immigrazione sul sistema scolastico

2011 – concluso

Finanziato con Fondi FSE e approvato dalla Provincia di Firenze con D.D. n. 1039 del 23/06/2011, sul bando provinciale P.O.R. Ob.2 – Asse Occupabilità

Capofila

E-ducation.it

Partner

Fondazione Spazio Reale

Il Progetto ha avuto lo scopo di sostenere il sistema scolastico attraverso l’aggiornamento dei formatori in senso ampio (insegnanti, educatori, operatori del sistema) ai quali è stato proposto un percorso formativo articolato attraverso il quale è stato definito un set di metodologie e di strumenti di lavoro utili ad affrontare la sfida della scuola multiculturale, con la definizione di un modello teorico-metodologico di riferimento, l’approfondimento delle modalità di applicazione di tale modello nella prassi e soprattutto la sua contestualizzazione rispetto alle concrete esigenze emergenti nelle diverse realtà del sistema.

Obiettivi del progetto in particolare sono stati:

  • fare tesoro delle importanti esperienze già realizzate sul territorio e portarle a un nuovo livello di elaborazione, funzionale all’adeguamento, all’innovazione e al miglioramento dei modelli didattici delle scuole fiorentine;

  • fornire delle solide basi teorico-metodologiche per affrontare una sfida per molti versi nuova con il grande incremento di presenze di studenti stranieri;

  • far leva sull’incremento di competenze professionali degli operatori e la crescita di consapevolezza del proprio ruolo per renderli autonomi nella gestione dell’impatto della presenza di stranieri nei gruppi di discenti con cui lavorano quotidianamente e gettare così le basi utili a una soluzione sempre attuale dei problemi di volta in volta nuovi.

Il progetto è stato rivolto all’aggiornamento di insegnanti, educatori e operatori del sistema scolastico attraverso la formazione di competenze specifiche nella gestione dell’accoglienza, dell’orientamento e della facilitazione all’inclusione degli alunni stranieri nei processi formativi e in particolare:

  • formazione teorica generale indispensabile per affrontare i molteplici temi specifici del contesto scolastico;

  • sviluppo di competenze sociali e comunicative specifiche per curare la relazione con gli alunni e gestire l’aula multiculturale;

  • sviluppo di competenze tecniche funzionali a implementare un modello didattico più efficace nell’insegnamento alla classe multiculturale (didattica in aula, utilizzo di materiali e attrezzature funzionali all’incremento dell’efficacia della didattica).

Il progetto è stato articolato in 6 attività formative corrispondenti ad altrettante edizioni del percorso di aggiornamento, ciascuna della durata di 40 ore:

  • Attività formativa n. 1: Aggiornamento Formatori edizione 1;

  • Attività formativa n. 2: Aggiornamento Formatori edizione 2;

  • Attività formativa n. 3: Aggiornamento Formatori edizione 3;

  • Attività formativa n. 4: Aggiornamento Formatori edizione 4;

  • Attività formativa n. 5: Aggiornamento Formatori edizione 5;

  • Attività formativa n. 6: Aggiornamento Formatori edizione 6.

Il percorso formativo è stato collocato nell’ambito del Sistema Regionale delle Competenze (SRC) con riferimento al settore 17 “servizi di istruzione e formazione” e in particolare alla figura “Tecnico per la gestione delle relazioni tra docenti e studenti all’interno di contesti formativi in presenza e/o a distanza e di stage” (codice 27) ritenuta la più idonea vista la necessità di focalizzare il progetto sui contenuti metodologico-didattici e comunicativi.

La certificazione in uscita dal percorso è stata la dichiarazione degli apprendimenti ai sensi del vigente SRC, riferita a capacità e conoscenze individuate nell’ambito delle UC 793 e 786.

Il percorso formativo svolto in ciascuna delle 6 attività formative previste dal progetto (le 6 attività sono altrettante edizioni del medesimo percorso) è stato articolato in due UF:

UF1: “Metodologie per la gestione della relazione educativa nella scuola multiculturale”;

UF2: “Elementi di didattica, comunicazione e gestione dell’aula nella scuola multiculturale”.

La figura professionale di riferimento dell’intero percorso formativo è il “Tecnico per la gestione delle relazioni tra docenti e studenti all’interno di contesti formativi in presenza e/o a distanza e di stage” (codice 27), alle cui ADA si attinge per la definizione degli obiettivi di competenze (in particolare all’ADA “Audit delle esigenze degli studenti e dei docenti” corrispondente alla UC 793 e all’ADA “Pianificazione e organizzazione dei materiali didattici e delle strumentazioni necessarie” corrispondente alla UC 786).

Il percorso ha previsto la formazione di competenze specifiche nella gestione dell’accoglienza, dell’orientamento e della facilitazione all’inclusione degli alunni immigrati e gestione dei processi formativi con tre obiettivi generali:

  • la formazione teorica generale indispensabile per affrontare i molteplici temi specifici del contesto scolastico;

  • lo sviluppo delle competenze sociali e comunicative specifiche riferite alla relazione con gli alunni e alla gestione dell’aula multiculturale;

  • lo sviluppo delle competenze tecniche e metodologiche utili a implementare un modello didattico più efficace nell’insegnamento alla classe multiculturale (didattica in aula, utilizzo di materiali e attrezzature funzionali all’incremento dell’efficacia della didattica).

L’unità formativa 1 ha voluto fornire le premesse teorico-metodologiche di base e a raccordare l’intero percorso, con l’obiettivo di aiutare i partecipanti a strutturare il quadro complessivo dei contenuti e a unificare e sintetizzare in un modello didattico condiviso, applicabile e ripetibile in diversi contesti il complesso delle diverse conoscenze teoriche e capacità pratiche, e delle riflessioni su esperienze proprie e altrui che emergono sia nella didattica e nel confronto in aula nell’ambito di questa UF, sia nella UF2.

Dato il ruolo professionale dei partecipanti, che sono a loro volta docenti, educatori e operatori del sistema scolastico, è stato fondamentale che l’elaborazione di un set di strumenti, buone prassi e/o soluzioni “pratiche” sia stata collocata in una opportuna cornice teorica, poiché tale livello di consapevolezza dei problemi e delle dinamiche oggetto di studio nel percorso formativo è richiesta dal ruolo, oltre a essere di per sé una modalità di maggiore e più profonda conoscenza e una premessa dell’applicazione autonoma e dell’elaborazione in proprio, nell’ambito dell’attività professionale, di risposte nuove a problemi nuovi.

Scarica la locandina del progetto